profezie-Nostradamus-CoronavirusUno dei profeti più in vista del tempo che fu è stato sicuramente Nostrdamus. Le sue antiche rivelazioni giungono ai giorni nostri sotto forma di incontestabili coincidenze. Impossibile non considerare la realtà dei fatti. C’è il Coronavirus così come anzitempo annunciato con le profezie diramate dall’astrologo francese nel lontano XV secolo.

Ciò che era stato detto sembra essersi avverato in questo 2020 di di grandi catastrofi e stravolgimenti. Ma a quanto pare il ventunesimo secolo avrà molto altro da dimostrare stando a quanto profetizzato dall’enigmatico personaggio. Ecco a cosa potremmo andare in contro nel lento cammino verso una potenziale Apocalisse.

 

Nostradamus aveva parlato dell’inizio dell’Apocalisse: Il Coronavirus pare possa essere soltanto il principio di tutto

Con occhio cinico consideriamo oggi le rivelazioni profetiche degli antichi popoli mesoamericani e di Ezechiele ma in quanto a Nostradamus le cose sono ben diverse.

Il famoso personaggio aveva predetto con largo anticipo ciò che sarebbe potuto succedere nei secoli a venire. Per il 2020 aveva parlato di una non meglio precisata “grande peste“ che avrebbe investito l’umanità senza esclusione di colpi. I disagi di tale avvenire avrebbero prospettato poco confortanti risvolti sul piano sociale ed economico. Vi suona familiare? Pare proprio di descrivere l’epoca del Coronavirus.

Oltre questo aveva introdotto l’attenzione anche per una Terza Guerra Mondiale tra i cui protagonisti principali dovrebbero figurare due grandi potenze mondiale senza espresso riferimento. Non vengono citate ma si indica la data del 2025 come possibile fine del conflitto cui si legano anche motivazioni e rivendicazioni di carattere politico e religioso. Fortunatamente non siamo giunti a questo punto.

Si è discusso anche del dissesto planetario in chiave idrogeologica per l’Europa. In questo frangente storico non si possono negare i poco confortanti risvolti manifestati e palesati chiaramente con le immagini dei TG. Tanti i disagi che hanno riguardato e continuano a riguardare la situazione uragani nelle Americhe.

Ma al di là di questa collezione di profezie devastanti si pone a margine l’ottima notizia per un miglioramento delle condizioni di vita. Secondo quanto ascritto da Nostradamus, infatti, il progresso in campo medico comporterà un aumento dell’età media di vita dopo il 2031 con il raggiungimento dell’ambito traguardo dei 100 anni.

Se credere o meno alle profezie così descritte è questione soggettiva. Certo è che per certi versi il noto profeta ci ha preso in pieno. Voi cosa ne pensate? Spazio ai commenti.