attenti alle app malware Android, c'è un virusNon tutte le app Android sono genuine. Nonostante trovino posto all’interno del Play Store di Google si scoprono essere delle vere e proprie spine nel fianco per gli utenti. Stavolta è qualcosa di eclatante, ben diverso dalla pura e semplice odiosa pubblicità invasiva che annienta la batteria del nostro telefono e l’esperienza d’uso. Il team di esperti di Mountain View ha intercettato una mutazione del virus Joker che prende di mira il credito residuo delle SIM con costosi abbonamenti.

Una lista di app è stata diffusa dalla direzione degli sviluppatori che invitano la gentile utenza a procedere nella rimozione delle minacce. Ecco le linee guida essenziali da seguire dopo la scoperta dal malware più temuto di sempre.

 

Malware in queste app Android succhia-soldi: trovate, ora tocca eliminarle subito

Il volto oscuro di Joker torna per gli utenti Android dopo un apparente periodo silente. Si è perfezionato includendo la possibilità di attivare abbonamenti Premium alle spalle degli utenti che hanno contratto il virus scaricando le seguenti applicazioni.

  • All Good PDF Scanner
  • Mint Leaf Message – Your Private Message
  • Unique Keyboard – Fancy Fonts & Free Emoticons
  • Tangram App Lock
  • Direct Messenger
  • Private SMS
  • One Sentence Translator – Multifunctional Translator
  • Style photo collage
  • Meticulous scanner
  • Desire Translate
  • Talent Photo Editor – Blur focus
  • Care Message
  • Part message
  • Paper Doc scanner
  • Blue scanner
  • Hummingbird PDF Converter – Photo to PDF

Sono app famose e molto usate dai fedelissimi del robottino verde. Senza sospettare nulla si sono accettate le condizioni nascoste che le app hanno attivato tramite il sistema degli SMS. Ne hanno preso il controllo attivando profili a pagamento per decine di euro settimanali.

Per uscire fuori dal contesto occorre disinstallare i prodotti avendo cura di creare una lista nera di app affinché non si proceda al download secondario da altri server esterni. Infine è consigliabile effettuare anche una pulizia antivirus per scardinare ogni eventualità di contagio da residui infetti.