Truffa dei diamanti: la nuove frode che ha colpito persino i VIP

In questi ultimi mesi numerosi notiziari, format giornalistici delle Radio e giornali hanno riempito i propri inserti con le vicende inerenti la scandalosa truffa dei diamanti, l’illecito accaduto appena un anno fa che ha coinvolto numerosi utenti, tra cui anche alcuni VIP, portandoli a investire in modo ingannevole senza però alcuna ovvia possibilità di ritorno nel mondo dei diamanti.

Nel tanto discusso affare sporco sono stati coinvolti anche alcuni personaggi di risonanza globale come Vasco Rossi, Federica Panicucci e Simona Tagli, oltre che ovviamente ai manipolatori fraudolenti che hanno portato la Procura di Milano ad aprire un fascicolo con all’interno tutte le info riguardanti la frode e l’alterato valore assegnato alle pietre preziose, vediamo le ultime novità.

Nomi e numeri della truffa dei diamanti

La Procura ha iscritto nel fascicolo degli indagati Maurizio Sacchi, titolare della Dpi insieme a Maurizio Faroni e Maurizio Zancarano di Banca Aletti, i quali sono considerati come le menti alla base della truffa dei diamanti, avendo truffato i clienti per somme vicine a ben 700.000 euro, si calcola in media che gli investitori malamente incoraggiati a mettere a disposizione il proprio denaro siano all’incirca 280 con anche vittime illustri recentemente rintracciate.

In numeri si è calcolata una stima degli introiti illeciti per le 72 vertenze emesse a carico delle società in oggetto. Nel complesso la procura ha stimato oltre 165 milioni di euro per Dpi, più di 149 milioni per Idb, circa 84 milioni per Banco Bpm, 32,67 milioni per Unicredit, 35,5 milioni per banca Mps e circa 11 milioni per Intesa Sanpaolo.

Per quanto concerne il lato giuridico, sono state emesse 7 condanne in totale per 7 enti, in particolare 2 società e 5 Istituti di Credito, nel frattempo le indagini continueranno per accertare eventuali concorsi di colpa.