IPTV: il Tribunale ordina a Cloudfare di bloccare un portale, ecco quale

Durante l’ultima settimana sembra che Serie A e Sky Italia abbiano richiesto un ordine ufficiale da parte del tribunale per bloccare uno dei servizi pirata più utilizzati in assoluto: IPTV THE BEST.

Il tutto dovrebbe avvenire attraverso l’interdizione dei tanti e vari intermediari di terze parti che vengono utilizzati per sostenerne la presenza sul web. Cloudfare, che fa parte di uno di questi, si è sempre ritenuto neutrale non attenendosi a questo tipo di richiesta anche se in questo caso sarà difficile esimersi. Ovviamente sono stati chiamati in causa tutti gli altri operatori telefonici che in Italia conosciamo, tra cui anche Vodafone e TIM.

Per evitare qualsiasi tracciamento e per non incorrere in problemi seri, il consiglio di alcuni utenti è quello di utilizzare una VPN. Surfshark ad esempio permette soluzioni molto interessanti e soprattutto con un costo molto economico.

Per avere le migliori offerte anche da parte di Amazon, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: adesso si rischia sul serio viste le grandi multe e le nuove leggi

L’IPTV può comportare per gli utenti che vengono beccati anche una multa da diverse migliaia di euro. Inoltre coloro che saranno identificati come quelli che vendono il servizio potranno anche incorre in un periodo di reclusione fino a tre anni.

“L’illecita attività – dichiara la Guardia di finanza in un comunicato ufficiale – fa riferimento alla moderna metodologia di distribuzione di vari contenuti multimediali, la cosiddetta Iptv (Internet Protocol Television), attraverso cui i “pirati del web” acquisiscono e ricodificano tutti i palinsesti televisivi delle maggiori piattaforme a pagamento per poi distribuirli sulla rete internet, sotto forma di un flusso di dati ricevibile, dagli utenti fruitori, con la sottoscrizione di un abbonamento illecito ed un semplice PC, tablet, smartphone o decoder connesso alla rete”.