blank

Nonostante la situazione legata alla diffusione del Coronavirus resta critica, le autorità non prevedono deroghe o variazioni alle date stabilite per legge, che prevedono l’entrata in vigore dell’obbligo di viaggiare con dotazioni invernali dal 15 novembre 2020 fino al 15 aprile 2021.

Oltre a questo periodo d’obbligo, bisogna ricordare che ogni Comune, Regione o Provincia può emanare ordinanze che variano queste date, tenendo conto delle situazioni climatiche locali.

Perché sono importanti le gomme invernali e quali sono i rischi se non si usano

Le gomme invernali sono un valido rimedio per migliorare la sicurezza di marcia nelle tipiche condizioni invernali con basse temperature e scarsa aderenza.

Per legge, le gomme considerate invernali sono tutte quelle contraddistinte dal marchio M+S. Infatti, questa marchiatura che sta per Mud&Snow (fango e neve) spesso si trova anche su pneumatici poco più che stradali e non propriamente specializzate, differenti nel battistrada ma non nella composizione della mescola che è invece uno dei punti di forza delle vere “Winter”. Attenzione quindi a cosa scegliete, specie se nella vostra zona l’inverno è davvero ostile.

Nel dubbio, le gomme invernali che presentano anche il simbolo delle tre montagne stilizzate con un fiocco di neve sono quelle certificate come invernali. Per la legge non sussiste obbligo di avere un simile marchio ma, lo ribadiamo, basta M+S, tuttavia la differenza è rilevante.

Farsi trovare senza pneumatici conformi o catene a bordo (per quanto le seconde siano, come abbiamo detto, di efficacia limitata) comporta una multa che può variare da 41 a poco meno di 160 euro nei centri abitati, e da 84 a oltre 300 euro al di fuori.