DVB T2 decoderSono in corso manovre di aggiornamento per il Digitale Terrestre con RAI e Mediaset che hanno già confermato di voler passare al DVB T2 a partire da Gennaio 2021. Il processo previsto in completamento entro la metà dell’anno successivo richiederà un intervento mirato degli utenti con un cambio obbligato di alcune apparecchiature radiotelevisive riceventi. Molti saranno costretti a scegliere tra un televisore nuovo o l’integrazione del nuovo decoder esterno. Non sarà così per tutti. Ecco come saperne di più.

 

DVB T2 in arrivo: l’Italia di prepara a ricevere il nuovo segnale Digitale Terrestre 2.0

Se non si è certi del modello del proprio televisore e della compatibilità dello stesso verso il segnale DVB T2 basta fare un semplice test gratuito che non richiede la ricerca della scheda tecnica online o un intervento tecnico esterno da parte di antennista. Senza cambiare nulla alla propria configurazione basta sintonizzarsi sui canali 100 e 200 per fare la prova di ricezione. Da qui otteniamo il riscontro certo sulla presenza del decoder DVB T2 integrato o esterno.

Nel caso in cui il test risultasse negativo occorre procedere come da programma all’integrazione di un componente idoneo. Questo può essere previsto dal costruttore all’interno del nuovo televisore (così come definito dalle autorità a partire dal 1 Gennaio 2017) o all’esterno per collegamento di opportuna apparecchiatura aggiornata via SCART o HDMI.

Se scegliamo un televisore di ultima generazione basti sapere che il costo aumenta in relazione alle caratteristiche intrinseche di qualità e funzioni con la spesa che resta a carico nostro. Per il semplice componente esterno, invece, si accede al decoder Gratis concesso dal MISE per mezzo degli incentivi familiari che si ottengono per dichiarazione autonomia dell’ISEE. Per redditi inferiori a 20.000 Euro, infatti, c’è la possibilità di eliminare le spese con sconti variabili da 25 a 50 EURO a seconda della fascia di reddito di appartenenza.

Aggiornare al DVB T2 è semplice e non richiede interventi esterni di modifica per cavi ed antenne. Ulteriori informazioni e regolamenti per l’ottenimento degli incentivi TV sono disponibili all’interno del sito ufficiale del Ministero per lo Sviluppo Economico. Si ricorda che, per sue caratteristiche, la nuova piattaforma conterà sulla trasmissione di tutti i canali attuali in HD.