richiesta bonus bici

La data per il click-day è stata finalmente annunciata negli scorsi giorni. Corrisponderà al 3 novembre, giorno dal quale si potranno richiedere i rimborsi come previsto dal regolamento del bonus Mobilità per l’acquisto di bici e monopattini elettrici.

La cifra del rimborso potrà coprire il 60% del costo sostenuto per l’acquisto, fino ad un massimo di 500 euro. La notizia era così attesa perché in molti hanno provveduto a comprare un nuovo mezzo nei mesi precedenti, aspettando che il Ministero dell’Ambiente mettesse a disposizione il portale per accedere al bonus.

Il 3 novembre non solo si potrà attivare la procedura di rimborso su acquisti già effettuati, ma anche richiedere i voucher per acquisti futuri, da completarsi entro 30 giorni dalla data di emissione del voucher e comunque non oltre il 31 dicembre 2020.

Bonus Mobilità, dal 3 novembre si potrà richiedere il rimborso sugli acquisti effettuati

Per procedere alla richiesta di bonus, bisognerà anzitutto dotarsi di uno SPID – ossia l’identità digitale, necessaria per potersi autenticare sul portale del Ministero e ottenere il rimborso.

Sarebbe preferibile attivarsi già da ora per creare un proprio SPID, qualora non l’aveste già fatto, in maniera tale da averlo pronto entro il 3 novembre per poter avviare la procedura di rimborso o la creazione del voucher.

Abbiamo approfondito come provvedere all’ottenimento di una SPID in quest’occasione, per aiutare i lettori a districarsi nelle procedure propedeutiche alla validazione della propria identità e alla costruzione di quella digitale.

È altresì importante avere con sé una scansione della fattura o dello scontrino parlante che indichi l’importo pagato in fase d’acquisto, così da poterne elaborare il rimborso corrispondente (per chi abbia già comprato la bici o il monopattino in precedenza e attenda solo il denaro), nonché un IBAN intestato al richiedente per l’accredito.