truffa diamantiSiamo ad una importante svolta sul caso della truffa dei diamanti che oltre un anno fa è balzata sui titoli dei giornali ed in TV. Nell’occasione è spuntato fuori un losco giro di riciclaggio di pietro preziose che ha coinvolte decine di migliaia di risparmiatori tra cui illustri personalità del calibro di Vasco Rossi, Federica Panicucci e Simona Tagli.

Ad oggi la Procura di Milano ha stilato un nuovo fascicolo che comprende nomi e numeri della clamorosa truffa che ha visto il sovrastimarsi del valore delle pietre preziose. Ecco che cosa è stato scoperto dagli inquirenti.

 

Truffa diamanti: il caso ha preso una nuova piega

Maurizio Sacchi, titolare della Dpi e Maurizio Faroni e Maurizio Zancarano di Banca Aletti sono considerati come i diretti responsabili del malaffare. Sono finiti in custodia dopo il dichiarato fallimento sopraggiunto già lo scorso anno in estate. Insieme a questi discutibili personaggi sono spuntati 700 milioni di euro di denaro sporco con attuali 280 vittime accertate e diverse sentenze a carico di società ed enti paralleli.

Nello specifico sono state ascritte a registro 72 vertenze per le quali si registrano 165 milioni di euro per Dpi, poco più di 149 milioni per Idb, quasi 84 milioni per Banco Bpm, 32,67 milioni per Unicredit, 35,5 milioni per banca Mps e circa 11 milioni per Intesa San Paolo.

Condanne sono disposte per 7 persone e 7 enti tra cui 2 società e 5 istituti di credito. Le indagini proseguono con la Procura che scruta l’affare per individuare ulteriori indizi in vista dei rimborsi da disporre verso le parti lese della faccenda.