blank

Il 5G è senza ombra di dubbio il futuro, ma anche il presente, della nostra nazione. Nelle ultime settimane, il dibattito sulla realizzazione delle nuove infrastrutture digitali per le connessioni internet è andato avanti. L’Italia è intenzionata ad investire risorse sempre più ingenti in questa tecnologia, ma ad oggi i numeri lasciano ben poco al caso.

 

5G, in Italia la tecnologia è ancora indietro rispetto ad USA e Germania

La situazione inerente lo sviluppo del 5G in Italia è molto chiara. Sulla base dei numeri e dei dati forniti dal portale Nperf, si evince come la nostra penisola sia molto arrestata nella sperimentazione e nel lancio del 5G rispetto ad altre nazioni industrializzate del mondo.

A comandare la classica dei paesi più all’avanguardia per il lancio del 5G ci sono gli Stati Uniti. Proprio negli Usa, infatti, si nota già una capillare diffusione delle nuove reti internet su gran parte del territorio. Molto ben piazzate, questa volta in Europa, ci sono la Germania ed il Regno Unito. La vera sorpresa però è la Svizzera, in cui il 5G è già presente su parte del suolo nazionale

L’Italia allo stato attuale è dietro queste grandi nazioni. Magra consolazione però è la continuità rispetto alla media degli stati europei. Gli esperti segnalano una criticità nel processo di sviluppo del 5G. Ad oggi, infatti, questa tecnologia è presente – ancora in maniera parziale – solo nelle grandi città come Milano, Roma, Napoli o Torino.

Come ribadito più volte, anche in sede governativa, i progetti per la creazione delle nuove reti internet prevedono dovrebbero accelerare da qui al futuro. L’obiettivo è avere  una buona diffusione delle reti 5G sul territorio a partire dal 2022.