Patrimoniale

Di recente è rimbalzato spesso il web il termine patrimoniale che, nel suo senso letterale, sta proprio ad indicare una tassa sul patrimonio del cittadino. L’ipotesi dell’introduzione di una nuova imposta, emersa sul web da fonti non specificate, ha scatenato al contempo l’ira e la paura di centinaia di migliaia di consumatori Italiani.

La quarantena, di fatto, ha lacerato profondamente il nostro paese, colpendo duramente  milioni di famiglie in tutta Italia. Tutto ciò, appoggiato fortemente dalle fake news, ha fatto credere ai cittadini Italiani che le tasche dello Stato dovessero essere risanate con i risparmi dei contribuenti.

Hai tanti soldi? Allora lo Stato ha necessita di prelevarne una parte. Un ipotesi del tutto infondata che, di fatto, è stata prontamente smentita dal Viceministro dell’Economia e delle Finanze attraverso un post ufficiale su Facebook. Scopriamo quindi di seguito quanto riferito dalla Viceministra Laura Castelli.

Tassa Patrimoniale: tra fake news e realtà, ecco le parole del Viceministero dell’Economia

In queste ore, gira con insistenza, nelle varie chat, l’ennesima bufala. Voglio dirlo con forza, non c’è nessuna patrimoniale “Virus Tax”. Abbiamo chiuso un decreto con le risorse deliberate dal Parlamento, che ha autorizzato uno scostamento dei saldi di bilancio di 25 miliardi. Chiunque voglia speculare con false notizie su eventuali tasse, si metta la mano sulla coscienza. Non c’è nulla di più falso.

In un momento particolarmente delicato per il Paese, mi sento di chiedere un aiuto anche al mondo dell’informazione per isolare le fake news. Noi, maggioranza e opposizione, stiamo collaborando, più che mai, per mettere in campo tutte le misure necessarie a fronteggiare gli effetti del coronavirus, sia dal punto di vista sanitario, che da quello economico. Faremo tutto quello che serve per sostenere l’Italia e gli italiani.”

Per il momento, quindi, il rischio relativo all’introduzione di una tassa patrimoniale sembra essere scongiurato. Seguiranno aggiornamenti in merito.