truffe smsIl fenomeno delle truffe via SMS è sempre più diffuso anche nel nostro paese, per questo imparare a difendersi da queste frodi è ormai un esigenza. Le tecniche fraudolente attuabili tramite gli SMS sono più di quante si possa pensare. Tra queste sicuramente si può ricordare lo smishing, truffa della stessa nature del phishing che avviene via email.

Inoltre attraverso gli SMS possono entrare nel cellulare anche dei virus, soprattutto attraverso i’apertura dei link inviati. Ma cos’è questo phishing, o meglio smishing, di precisone. Lo smishing è la pratica inviare messaggi che si riveleranno poi del tutto fraudolenti. Spesso questi SMS contengono al proprio interno un link e un messaggio che spinga ad aprire il link; potrebbe essere la promessa di un bonus particolare o l’addebito di una bolletta non pagata, di solito comunque un’impellenza.

Truffe SMS: come evitare di cadere in trappola

 

Fortunatamente per difendersi da questo genere di truffe via SMS basta prendere pochi semplicissimi accorgimenti. In primis basta ricordare che nessuna organizzazione, pubblica o privata, richiede dati personali, spesso l’obiettivo principale degli attacchi, via SMS. Poi un altro aspetto che dovrebbe farvi insospettire è il numero del mittente, spesso totalmente anonimo.

Inoltre è possibile che i messaggi contengano errori di battitura o ortografia. Quando si riceve questo genere di messaggi è fondamentale non rispondere per nessuna ragione al messaggio. In fine effettuare una segnalazione alla Polizia Postale in modo da permettergli di raccogliere quanti più dati possibili; per di più è possibile effettuare la segnalazione direttamente dal sito delle forze dell’ordine.