Amazon truffe resi

Il colosso dell’e-commerce Amazon ha riscosso fin da subito un enorme successo grazie al suo store sempre ricco di prodotti e offerte interessanti e grazie anche alle sue politiche sui resi. Nonostante questo, però, il noto e-commerce non è stato esente da grosse truffe riguardanti proprio i resi.

Per avere tutte le migliori offerte AMAZON PRIME di questi giorni direttamente sul vostro smartphone senza perdervene una, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

Amazon: una maxi truffa sui resi

Il noto store online ha subito nel corso di questi anni alcune truffe ai suoi danni anche piuttosto gravi. Una delle più gravi risale ad agosto 2019 quando un cittadino spagnolo è riuscito a raggirare il colosso dell’e-commerce e a truffarlo riuscendo a guadagnare una cifra davvero esorbitante. Si tratta del 22enne di Palma di Maiorca James Gilbert Kwarteng, il quale è riuscito a truffare Amazon sfruttando la nota politica dei resi.

Il cittadino spagnolo, infatti, aveva architettato un piano molto astuto. Il truffatore aveva infatti ordinato numerosi prodotti tecnologici dal noto store e, una volta arrivati, aveva pesato i pacchi arrivati. Successivamente, dopo aver svuotato questi pacchi li ha riempiti di sabbia e altri materiali in modo da far corrispondere il peso a quello del pacco originale. Dopo di che, ha attuato la politica dei resi di Amazon ed è riuscito così a ottenere i rimborsi tenendosi comunque i prodotti ordinati.

La truffa non finisce qui. Con tutti i prodotti tecnologici che era riuscito ad ottenere, il cittadino spagnolo ha aperto una società ed è riuscito a rivenderli ottenendo una cifra pari a circa 330 mila euro. Si è trattato senz’altro di un duro colpo per Amazon, anche se alla fine le autorità sono riuscite a scoprire la truffa e ad arrestare il colpevole.