truffa diamanti unicredit sanpaoloMolti di voi ricorderanno senz’altro la truffa dei diamanti che l’anno scorso ha coinvolto migliaia di risparmiatori tra cui Vasco Rossi, Federica Panicucci e Simona Tagli. Si era discusso sui brogli per il valore alterato delle pietre preziose che hanno fatto scattare l’allarme generale per la frode che parallelamente ha visto coinvolti anche gli istituti Unicredit e Sanpaolo.

La Procura di Milano ha aperto un nuovo fascicolo con nomi e cognomi degli indagati che hanno seguito a ruota Maurizio Sacchi, titolare della Dpi e Maurizio Faroni e Maurizio Zancarano di Banca Aletti. Importanti sono le ultime novità con la stima dei danni causati alle attuali 280 vittime. Scopriamo cosa è successo.

 

Indagini truffa dei diamanti ad una svolta: ecco i numeri del malaffare

Nel registro delle vittime vi sarebbero tantissimi risparmiatori che nel complesso hanno perso qualcosa come 700 milioni di euro. Nel registro degli indagati sono finite tantissime società con le due principali arterie che hanno dichiarato fallimento ormai da tempo.

Volendo trasferire le considerazioni ed i resoconti in numeri diciamo che sono iscritte a registro 72 vertenze per un illecito di  oltre 165 milioni di euro per Dpi, poco più di 149 milioni per Idb, quasi 84 milioni per Banco Bpm, 32,67 milioni per Unicredit, 35,5 milioni per banca Mps e circa 11 milioni per Intesa San Paolo.

Nel registro degli indagati sono state confinate 7 persone e 7 enti tra cui  2 società e 5 istituti di credito. Le analisi continuano con la Procura pronta a diramare un nuovo bollettino per indagini che proseguono a ritmo serrato. La rete del traffico illecito è stata scoperta, ora tocca soltanto attendere il rimborso e le somme della truffa.