blankQuasi la maggior parte degli utenti utilizza app Google essenziali come Gmail e YouTube. Non tutti hanno accesso a uno smartphone di fascia alta con specifiche e prestazioni elevate per sfruttare al meglio i servizi offerti. Per questo nasce Gmail Go.

Per permettere anche ai dispositivi meno prestanti di usufruire di qualsiasi app, Google ha iniziato a creare le versioni “Go”, più leggere. Concetto familiare soprattutto a chi utilizza Android Go, che nasce per lo stesso motivo. Per questo le app popolari dell’azienda sono state ottimizzate per funzionare su dispositivi con meno RAM e potenza di elaborazione inferiore. Sebbene alcune di queste app siano limitate agli utenti con dispositivi economici, sembra che Google abbia deciso che tutti gli utenti Android dovrebbero essere in grado di provare Gmail Go a prescindere da Android Go. Per utenti con poca memoria o semplicemente curiosi potrebbe essere un’ottima iniziativa.

Gmail Go: versione leggera per dispositivi meno potenti in arrivo per tutti

L’app Gmail Go offre un’esperienza quasi identica all’app Gmail standard, ma occupa meno spazio di archiviazione e dovrebbe anche utilizzare meno RAM, come accennato poco fa. In seguito ad alcuni test con Gmail Go quando è stato lanciato nel 2018 e, sebbene il design dell’app sia stato revisionato da allora, rimangono molte delle minime differenze, come il modo in cui Gmail Go non utilizza la profondità. Assenza di profondità implica che l’app appare quasi stilizzata, molto più semplice anche nella grafica.

I più attenti noteranno anche che non esiste una scheda Google Meet. Esatto: anche Google si rende conto che è solo una sorta di accessorio, non necessario in un’app leggera e semplificata. Sebbene la maggior parte degli utenti probabilmente non ha bisogno di scaricare Gmail Go per sbarazzarsi della scheda Meet (c’è un modo più semplice per farlo), è interessante vedere Google che offre ugualmente questa possibilità. Ricordiamo che è già possibile scaricare l’app nel Play Store. Se non è ancora presente, arriverà prima o poi per tutti gli utenti.