Fusione Nucleare: il bambino di 12 anni che ha fuso due atomi di deuterio

La genialità è una dote innata che a pochi risulta naturale. Eppure il 12enne nato a Memphis in Tennesse è divenuto il ragazzo più giovane ad occuparsi di fusione nucleare. Mentre le nazioni stanno spendendo miliardi per costruire enormi reattori a fusione, come il colossale ITER, Jackson Oswalt è stato in grado di fondere due atomi di deuterio in un reattore che ha costruito sul tavolo della cucina.

 

Fusione Nucleare: le parole del piccolo genio

Secondo le parole di Jackson, lui è stato l’unica persona ad aver lavorato alla fusione nucleare, sia durante la fase di progettazione che in quella di produzione.

La temperatura del mio fusore varia, ma è approssimativamente 100 milioni di gradi kelvin.” ha raccontato Jackson nel video che lo ha accompagnato all’ingresso del Guinness World Record. “Sono stato in grado di utilizzare l’elettricità per accelerare due atomi di deuterio e fonderli in un atomo di elio3, rilasciando un neutrone che può essere utilizzato per riscaldare l’acqua e avviare un meccanismo a vapore in grado di produrre elettricità.”

Jackson ha seguito le orme di Taylor Wilson, il quale allo stesso modo ha dato vita ad un reattore all’età di 14 anni. Lavorare ad una fusione nucleare, anche se non è in grado di generare più energia di quella che consuma per avviarsi, è una sfida complicata che può essere vinta grazie alla comunità online.

Ci sono stati alcuni momenti in cui ho avuto delle riserve,” ha dichiarato la madre di Jackson. “Ho cercato su Google prima che avviasse ogni stage. Ha fatto un ottimo lavoro nello spiegarci il funzionamento.”