Home Cam: ora gli hacker ci spiano dalle telecamere di casa

In un modo o nell’altro dobbiamo proteggere la nostra casa dagli attacchi dei ladri senza scrupoli. Se prima a difendere i nostri averi vi erano le classiche telecamere alle finestre, ora vi sono le home cam, videocamere di sorveglianza collegate alla rete wi-fi di casa per controllare in ogni istante cosa accade nell’appartamento quando non si è nell’abitazione.

 

Home Cam: i casi di truffa sono più di quanti immaginate

Purtroppo però tale sistema può essere controproducente in quanto esistono hacker e ladri che si aggirano in rete al fine di controllare ogni movimento della vittima e ricattarla di conseguenza. Questo è ciò che è successo a Dylan Blakely e Ahsley LeMay, una giovane coppia del Tennesee la cui figlia ha subito un attacco hacker proprio nella sua cameretta. Secondo quanto detto da NBC, l’hacker avrebbe preso il comando della videocamera IP connettendosi tramite rete wi-fi: avrebbe quindi parlato direttamente alla bambina, dicendole di mettere soqquadro la stanza e rompere il televisore; si sarebbe spinto a fingersi Babbo Natale e a cantare una canzone del film horror “Insidious”.

Stessa cosa è successa ad un’altra coppia, Todd Craig e Tania Amador: in tal caso l’hacker avrebbe addirittura chiesto un riscatto per porre fine alle pene. Insomma, quanto sono affidabili questi servizi? Secondo una ricerca condotta dall’associazione dei consumatori inglese, le varie home cam presenti ad oggi sul mercato riscontrano problemi di sicurezza legati agli indirizzi IP e alle password di configurazione. Una volta ottenuto l’accesso alla rete wi-fi a cui sono collegati i device, gli hacker potrebbero impadronirsene sfruttando il fatto che i codici identificativi sono comuni a più dispositivi.