Incentivi auto: gli automobilisti potrebbero ricevere 400 milioni bonus

IL 2020, anche per via dell’emergenza Coronavirus, ha dato modo ad innumerevoli bonus di prendere piede grazie al Governo. E così quest’ultimo ha in piano di lanciare un rifinanziamento degli incentivi auto.  A dare la notizia vi è il Viceministro all’Economia Misiani a SkyTg24 Economia riportato da ANSA. La nuova Legge di Bilancio, dunque, potrebbe avere la soluzione alla crisi che coinvolge il settore automotive.

“C’è una valutazione in corso, è molto importante sostenere l’automotive che vale il 6% del Pil. C’è un interesse anche ambientale, il nostro parco veicolare è molto vecchio e inquinante, accelerare il rinnovo del parco veicoli consente di ridurre l’inquinamento, ridurre i consumi ed è un’operazione sicuramente utile dal punto di vista della transizione energetica e dello sviluppo sostenibile.”

 

Incentivi Auto: la situazione attuale nel settore delle auto

Secondo ANSA, si starebbe pensando ad un nuovo fondo di 400 milioni di euro in quanto gli incentivi si sono dimostrati di vitale importanza per far ripartire il mercato dell’auto. Grazie a questi aiuti, nel mese di settembre è tornato il segno positivo. Purtroppo, però, il bonus per le auto con emissioni di CO2 comprese tra 91 e 110 g/km si è già esaurito. Per giunta, entro la metà di ottobre potrebbe terminare anche quello per i modelli 61-90 g/km di CO2.

Come ha evidenziato UNRAE, si potrebbe andare a creare un buco di alcuni mesi che potrebbe mandare nuovamente in negativo un settore già messo alla prova. Ciò quindi può portare il rischio che le future nuove misure potrebbero non bastare più. Pertanto sarà necessario sapersi muovere in modo tale da sostenere il settore automotive.

D’altro canto, invece, rimangono più che abbondanti i fondi per le auto con emissioni 0-60 g/km di CO2, cioè le elettriche e le Plug-in.