rimborso autoUna serie di Leggi e Decreti ha sbloccato la possibilità di avere ingenti incentivi per quanto riguarda il rimborso auto disposto a favore di chi passa all’elettrico. Ma non esiste soltanto il mercato EV. Eventuali ed ulteriori possibilità di dedurre le spese si concedono agli automobilisti che scelgono l’ibrido il Diesel di ultima generazione. Ogni Regione decide autonomamente sommando i propri incentivi agli Ecobonus statali per un risparmio davvero considerevole. Il Piemonte ha addirittura varato l’ipotesi di uno sconto da 20.000 Euro così come si può leggere alla fonte della notizia. Ecco quali sono i voucher che si possono ottenere.

 

Bonus auto: parte il rimborso con cifre davvero assurde per gli automobilisti

Dal 1 Agosto 2020 sono attivi i bonus per le auto che nel giro di una settimana hanno costretto il Governo a varare una ulteriore misura straordinaria di rimborso. I fondi si sono esauriti in breve con la rottamazione o il nuovo acquisto spontaneo nato dalla concessione dei seguenti vantaggi economici:

  • 4.000 EURO per chi passa ad una elettrica o ibrida con rottamazione (2.000 euro senza rottamazione);
  • 3.500 EURO per chi sceglie una nuova EURO 6 rottamando la sua vecchia auto (importo dimezzato per chi non demolisce un’auto inquinante);
  • 6.500 EURO per la rottamazione verso ibrida plug-in con 3.500 EURO per chi non ha un’auto da dismettere;
  • 10.000 EURO per chi si orienta verso le EV con bonus che scende a 6.000 EURO in caso di mancata rottamazione.

Ulteriori sussidi si sono disposti a favore dei parcheggi urbani e del bollo auto che in alcune Regioni Italiane guadagna il requisito della gratuità alle condizioni espresse al link precedente. Intanto si sta valutando anche l’azione dell’incentivo per la micro mobilità previsto a partire dalla data del 2 novembre 2020 per tutti gli italiani reduci dall’acquisto di bici, monopattini ed altri mezzi ecologici su due ruote.