radiazioni smartphoneQuanti di voi hanno mai visto indicato il valore SAR su un e-commerce o in qualche volantino promozionale di qualche grande catena di distribuzione di prodotti di elettronica? Nessuno. Si tratta di un indice che rappresenta la quantità di radiazioni in Watt per Chilogrammo che il nostro corpo assorbe durante l’utilizzo dei telefoni. Alcuni più di altri sono considerati a rischio dopo le deduzioni cui sono giunti gli esponenti del Bundesamt Fur Strahlenschutz.

Dopo lo studio sulla sommatoria delle onde elettromagnetiche percepite al cervello si sono andate a creare delle liste che includono gli smartphone più sicuri e quelli che potrebbero rappresentare (sebbene non sia stato documentato) un pericolo per il nostro benessere fisico. Ecco, quindi, quali sono i risultati dei rapporti ufficiali.

 

Radiazioni: al sicuro con questi telefoni

  • Zte Axon Elite
  • Samsung Galaxy Note 8
  • Samsung Galaxy Note 10+
  • Nokia 6
  • Samsung Galaxy Note 10
  • Nokia 8 / Nokia 3.2  / Nokia 2
  • LG G7 ThinQ
  • Samsung Galaxy A8
  • Samsung Galaxy M20
  • Nokia 7.1
  • Honor 7A
  • Samsung Galaxy S10
  • Galaxy S8+
  • Samsung Galaxy S7 Edge

Oltre i 2 Watt per Kg di peso corporeo si cade nell’intorno del seguente elenco di smartphone nocivi. Si possono acquistare ma il livello di onde EM emesse è ben oltre quello registrato con i device del precedente elenco puntato.

  • Xiaomi Mi A1
  • Xiaomi Mi Max 3
  • OnePlus 6T
  • HTC U12 life
  • Xiaomi Mi Mix 3
  • Xperia XA2 Plus
  • Google Pixel 3 XL
  • Xiaomi Mi 9/9 SE
  • iPhone 7
  • Xperia XZ1 Compact
  • HTC Desire 12/12+
  • Xiaomi Mi 9T
  • Google Pixel 3
  • iPhone 8
  • Xiaomi Redmi Note 5
  • Zte Axon 7 mini

Su come ridurre radiazioni alla testa esistono dei consigli che ci sentiamo di segnalare a tutti gli utenti. Tra questi:

  • disconnessione programmata o manuale delle componenti contestualmente inutili (NFC, GPS, WiFi, rete dati, Bluetooth, WiFi Direct, IR ed altro)
  • uso degli auricolari filari al posto delle componenti Bluetooth o dell’altoparlante diretto all’orecchio
  • spegnimento programmato del device in notturna con opportuno distanziamento