microondeIl forno a microonde è ormai uno strumento indispensabile nella cucina di chiunque; piccolo e poco ingombrante, diventa utilissimo per scongelare i cibi velocemente o riscaldare gli avanzi del giorno prima quando non si ha voglia di mettersi ai fornelli. Ma le possibilità del forno a micoonde non si fermano qui, sono infatti tantissime le applicazioni possibili per questo elettrodomestico dai mille usi.

Il grande vantaggio del microonde sta nella sua capacità di preservare i sapori durante la cottura. Può essere anche usato per riscaldare gli omogenizzati dei più piccoli o ammorbidire il gelato quando è eccessivamente congelato. Un altro piccolo trucco è quello di utilizzare il forno per rinfrescare brioche e cornetti del giorno prima. All’occorrenza ci si può anche tostare il pane o sciogliere la cioccolata o il miele quando si preparano i dolci.

Forno a microonde: uno strumento per mille usi

 

Il forno a microonde è utilissimo quando si vuole essiccare i profumi, come le foglie di menta, l’origano o il timo. Pratico anche quando si deve completare una cottura mista, può essere utile per completare la cottura delle costate o, utilizzando il giusto accessorio, persino rosolare. Vanno però tenute a mente alcune semplici regole per preservarne il funzionamento.

In primis non avviare mai il forno quando e vuoto; l’unica eccezione quando lo si vuole pulire, in quel caso si può spremere qualche goccia di limone sul piatto per poi pulirlo con un panno. Evitare di cuocere pietanze troppo dense e, quando si vuole cuocere della pasta, inserire un foglio di carta assorbente per evitare che diventi eccessivamente molle.