blank

Un’invenzione che ha del surreale, e non poteva che venire da quel genio visionario che è Elon Musk. Un vero assaggio di futuro: innovazione, efficienza e sostenibilità risultano fuse in un gioiello di ingegneria chiamato Hyperloop.

In un momento storico in cui (finalmente) si sente forte l’esigenza di dare una svolta green ai maggiori Paesi produttori di inquinamento e utilizzatori di combustibili fossili, il progetto di Musk rientra a pennello nel solco della ricerca di una mobilità alternativa ed eco-compatibile. Quando la tecnologia incontra l’ambiente, quindi, possono accadere cose meravigliose e sorprendenti, che potrebbero segnare la direzione futura per la nostra civiltà.

Hyperloop, il treno eco-sostenibile raggiungerà i 1000 km all’ora

Si tratta di un treno a levitazione magnetica, ideato nel 2012 e che oggi sta affrontando le numerose sfide per divenire realtà a tutti gli effetti. I problemi sono diversi, ma non scoraggiano il CEO di Tesla (che vuole portare l’uomo su Marte, quindi non sarà certo spaventato da queste problematiche “terrestri”). Negli ultimi mesi ci ha anche pensato il Dipartimento dei Trasporti statunitense a definire alcune linee guida per il suo funzionamento.

Ma cosa vuol dire levitazione magnetica? Si sfrutterebbe l’energia elettromagnetica per far viaggiare il treno, che sarebbe inserito in tubi a bassissima pressione e potrebbe letteralmente “galleggiarvi” all’interno.

L’alimentazione ricadrebbe interamente sulle energie rinnovabili, con pannelli fotovoltaici da collegare ai motori del treno. Le principali difficoltà che si stanno incontrando, però, riguardano la costruzione delle infrastrutture necessarie a sostenere una simile tecnologia e come raggiungere le velocità designate di 1000 km/h.

In tutto questo, anche l’Italia è stata individuata da Musk come terreno fertile per prototipi del progetto. Al momento diverse società sono al lavoro sulla sperimentazione, che prosegue incessantemente per garantire un futuro a questo piano così ambizioso.