profezie

Lo scorrere non propriamente idilliaco di questo 2020 ha lasciato la popolazione mondiale alquanto sgomenta, una successione a dir poco sfortunata di eventi è stata il marchio di fabbrica di quest’anno, coronata poi dalla pandemia di Coronavirus che ha fatto da ciliegina negativa andando a sconvolgere gli equilibri mondiali.

Tutto questo non ha fatto altro che creare un clima di ansia e caos nelle popolazioni, facendo addirittura tornare di moda le antiche profezie che vedevano la fine del mondo imminente, dando dunque voce a tutti quegli oratori fermamente convinti che in tali teorie si nascondesse un fondo di verità.

A cosa credere ?

Ovviamente arrivare addirittura a ricorrere alle antiche profezie sulla fine del mondo, non è altro che un vano tentativo non di dare una spiegazione a quanto accaduto bensì una ragione, dal momento che ognuno di noi ha bisogno di una ragione.

L’unica però affidabile fonte di verità non sono le profezie, bensì la scienza, la quale da risposte inoppugnabili basate sulle evidenze e non su teorie apocalittiche come ad esempio quella Maya che vedeva la fine del mondo per il 21/12/2012 prima e Luglio di quest’anno poi.

Tutto ciò non è altro che un vanno tentativo panicogenico di darsi seguito e cercare di acquisire consensi, non costituendo però una fonte di info attendibili.

Se quindi siete stati raggiunti da una di quelle teorie basate sulle antiche profezie, lasciate perdere, l’unica vera risposta è nella scienza, la quale è esatta e non fa riferimento a dati vecchi di migliaia di anni.