Fine del Mondo: alcune profezie dichiarano l'imminente arrivo della fine

Il nostro mondo è destinato a finire. Lo sapevano nel Medioevo, quando ci si affidava alla Bibbia e lo sappiamo ora anche grazie alla scienze. Se ci pensiamo però, abbiamo sempre saputo di un imminente arrivo della fine del mondo, ma non sappiamo quando si manifesterà davvero.

 

Fine del Mondo: è giunta l’ora della fine

Le ricerche scientifiche attestano che tra miliardi di anni l’Universo, arriverà a collassare su sé stesso (Big Crunch), riportando al mondo una nuova forma di Big Bang che porterà nuove esistenze. Altre teorie invece dichiarano che tutto finirà per via di scontri tra universi paralleli, multiversi o f in cui spazio e tempo vengono annullati. Ma tranquilli (o forse no), perché in tutto questo noi ci saremo estinti da tempo per via della morte del Sole (prevista tra qualche miliardo di anni).

Dal punto di vista delle antiche profezie invece le cose cambiano. Queste hanno sempre avuto una previsione sull’andamento del nostro Pianeta, a volte anche sbagliato. Ecco alcune delle profezie che fortunatamente non si sono avverate.

  • Il fatidico 1260 
    I medievali avevano la certezza che la Bibbia, il libro donato da Dio agli uomini, nascondesse tutti i segreti dell’esistenza. Fino a quando nel XIII secolo, un famoso abate chiamato Gioacchino da Fiore, arrivò a calcolare che nel 1260 d.C. sarebbe arrivato l’Anticristo (Federico II di Svevia) il quale avrebbe dato il via all’Apocalisse. Peccato che già nel 1250 Federico II morì.
  • Il 1666, l’anno del Diavolo
    Tra il 1665 e il 1666 Londra vide scontri, un’epidemia di peste e un devastante incendio, che portò in cenere la città. Per giunta il calendario segnava il misterioso e sadico “1666” nonché numero di Satana (666), ciò allarmò la popolazione del tempo credendo che il mondo sarebbe giunto presto al termine.
  • Lo scherzo del 1806
    Sempre in Inghilterra si manifestò uno strano scherzo della natura. Presso la città di Leeds risiedeva una gallina che deponeva delle uova che portavano sul guscio un’incisione: “Cristo sta arrivando”. Per qualche tempo si diffuse il panico, ma poi si scoprì che era tutta una messinscena architettata da una pseudo-veggente.