Radiazioni SAR: ci sono alcuni smartphone più pericolosi rispetto ad altri

Al giorno d’oggi, viviamo in un mondo totalmente sommerso dalla tecnologia e dalla innovazione. Nell’uso quotidiano di tutti i giorni, infatti, tendiamo ad utilizzare normalmente diversi oggetti elettronici e tecnologici per svolgere qualsiasi attività che abbiamo in programma. Per inviare messaggi, chiamare o navigare su internet, ad esempio, usiamo costantemente i nostri smartphone, mentre per lavoro utilizziamo molto spesso il pc. Il discorso, però, vale anche nelle cose più semplici, come asciugarsi i capelli o scaldare il cibo, dato che utilizziamo ad esempio l’asciugacapelli o i forni a microonde. Nonostante siano molto utili, però, questi oggetti emanano costantemente delle radiazioni elettromagnetiche alle quali occorre stare molto attenti.

 

Ecco come evitare conseguenze gravi quando si utilizzano oggetti che emanano radiazioni

Come già accennato, purtroppo la maggior parte degli oggetti che utilizziamo ogni giorni emanano in continuazione delle radiazioni elettromagnetiche. Quest’ultime sono molto pericolose e possono provocare conseguenze anche piuttosto gravi per la nostra salute. In casi in cui ad esempio ci siano donne in stato di gravidanza e bambini, poi, le conseguenze possono diventare ancora più serie.

Esistono comunque alcuni accorgimenti durante l’utilizzo di questi oggetti elettronici per proteggersi da queste radiazioni elettromagnetiche. Quando utilizziamo lo smartphone, ad esempio, è sempre opportuno tenerlo ad una certa distanza dal nostro corpo e quando è possibile conviene utilizzare sempre gli auricolari o il vivavoce per effettuare delle chiamate. In questo si eviterà infatti di tenere lo smartphone a contatto con il nostro corpo e soprattutto vicino alla testa.

Come detto in precedenza, anche gli oggetti elettronici che utilizziamo per cucinare o per asciugarci i capelli emanano radiazioni. L’asciugacapelli, ad esempio, emana radiazioni a 50Hz e converrebbe tenerlo sempre ad una distanza di almeno 40 cm quando lo si utilizza. Anche il forno a microonde, poi, emana radiazioni a 50Hz e in questo caso sarebbe opportuno mantenere una distanza di almeno 100 cm quando lo si utilizza.