blank

Al giorno d’oggi nel 2020 avere una connessione a internet stabile e funzionante è sicuramente un passo a dir poco fondamentale, essa infatti oltre che a permetterci di godere di tutti i nostri contenuti preferiti, ci permette di svolgere anche attività più importanti, dall’effettuare pagamenti fino allo svolgere attività lavorative in sessioni di smart-working oppure studiare.

Tutto ciò pone al centro dell’universo la propria rete, indispensabile sia nel suo essere che nelle sue prestazioni, gli attuali standard consentono velocità incredibili, parliamo della fibra ottica e del 4G+/5G, però tutt’ora non riescono a coprire ogni punto del globo, lasciando alcune zone dette scoperte senza una connessione di buon livello.

Nel caso vi trovaste a vivere proprio in un punto sprovvisto dei due standard comuni, una possibile soluzione sarebbe quella di sfruttare una connessione a internet satellitare, uno standard poco conosciuto ma che, secondo molti, presto sarà il futuro.

Copertura globale

La rete satellitare, in quanto basata su una fitta trama di satelliti orbitanti intorno al globo, non ha problemi a livello di copertura, essa si basa infatti sui satelliti i quali altro non fanno che da intermediari tra l’Host che richiede la rete, e la stazione internet presente a terra a cui fare ritrasmissione.

Si tratta di una possibilità poco conosciuta ma dall’alto potenziale, perfino il patron di Tesla Elon Musk ha deciso di investirci abbondantemente, ha infatti lanciato il suo nuovo progetto Starlink che prevede il lancio di migliaia di piccoli satelliti in modo da creare una ragnatela fitta per la connessione e rendere il tutto ancora più globale.

Se quindi siete in una zona a bassa copertura, valutate la possibilità di installare una rete satellitare, non una brutta idea.