asteroide

2018VP1 è il nome di un asteroide che, secondo alcune previsioni, potrebbe toccare il pianeta Terra in data 2 Novembre 2020. In rete non si fa altro che discutere sull’argomento soprattutto perché le notizie circolano sulle varie piattaforme social molto velocemente.

Fortunatamente, dalle ultime indiscrezioni trapelate in rete, non dovrebbe causare gravi danni al Pianeta e all’uomo, ma eccovi svelati tutti i dettagli nel paragrafo che segue.

Asteroidi: è previsto l’arrivo per i primi giorni di Novembre

La NASA, National Aeronautics and Space Administration, ha tranquillizzato tutti dichiarando che non dovrebbe essere affatto una minaccia per il genere umano. Ma per quale motivo? A quanto pare, il corpo celeste vanta una misura decisamente ridotta e oltretutto è impossibile per l’asteroide penetrare l’atmosfera senza sgretolarsi velocemente.

Anche tramite il profilo social ufficiale Twitter, l’agenzia spaziale, fa sapere qualche dettaglio in più a riguardo dichiarando: “Gli scienziati stimano che abbia solo lo 0,41% di probabilità di entrare nella nostra atmosfera. Se lo farà si disintegrerà a causa delle sue dimensioni estremamente piccole. Si parla di tre impatti potenziali sulla base di 21 osservazioni spalmate in 12.968 giorni, ma nessuno di questi contro la Terra.”

L’agenzia spaziale fa sapere, inoltre, il suo diametro di appena due metri e ad intervenire è il Center for Near-Earth Object Studies (Cneos), del Jet Propulsion Laboratory che fa capo alla Nasa, dichiarando: “Gli oggetti potenzialmente pericolosi per il Pianeta Terra di solito sono asteroidi o comete con dimensioni grandi abbastanza da causare danni regionali significativi se mai colpissero il pianeta”.