Postepay: arriva la truffa phishing ma ecco Poste Italiane che la sventa

In questi anni Poste Italiane ha ampliato gli strumenti a disposizione dei clienti per il risparmio. Oltre ai classici conti correnti, ai buoni postali, sempre più persone hanno apprezzato la convenienza delle Postepay. La carta di credito ricaricabile consente sia di accumulare soldi su un conto virtuale sia di effettuare acquisti in negozio ed online.

 

Postepay, il costo extra che sarà applicato su tutti i conti Evolution

Negli ultimi anni gli italiani stanno  Postepay Evolution. La caratteristica principale delle carte Evoluzion a differenza di quelle tradizionali è presto detta. Sulle tessere è infatti presente un codice IBAN attraverso cui è possibile inviare e ricevere bonifici.

Con le Postepay Evolution è possibile impostare l’accredito di pensione o stipendio ed allo stesso tempo effettuare le stesse operazioni di una carta tradizionale. In pratica quindi questo strumento è simile ad un vero e proprio conto corrente.

Proprio per questa ragione, alla Postepay Evolution è associato anche un canone annuo. Tutti i titolari della carta, infatti, sono portati a pagare una commissione totale di 12 euro. Il costo sarà addebitato di mese in mese sul conto degli utenti, per la cifra di un euro ogni trenta giorni.

Il canone annuo conferma anche quelle che sono le ulteriori commissioni sia in ufficio che a sportello. Per prelevare i titolari di Postepay pagheranno un euro in ufficio postale, due euro da sportelli ATM bancari e zero euro da sportelli Poste Italiane. Per le ricariche è invece prevista una quota fissa che varia da uno a due euro.