bonifico truffaRicevere un bonifico bancario è sempre piacevole. Ma potete dire di aver ricevuto un accredito senza un motivo ben preciso? Non diciamo scemenze. Chiaro che nel 100% dei casi si tratta di un errore o di una truffa bella e buona. In questa occasione sono coinvolti i clienti registrati presso gli istituti Unicredit, Sanpaolo e BNL. La mano degli hacker è ben visibile. Si nota lontano un miglio che lo scopo è quello di prendersi gioco dei clienti. Ecco cosa sta succedendo.

 

La truffa del bonifico fantasma: rischi di perdere una montagna di soldi

Il maledettissimo fenomeno del phishing è reticente all’oblio. Nonostante le esortazioni alla cautela ed alle incessanti raccomandazioni permea ancora la trappola in cui cascano tanti clienti. La possibilità di ricevere notifiche per importanti omaggi da parte delle banche viene recepita come un’occasione da non perdere. Ma la frode del bonifico invisibile prende il sopravvento con un link pericoloso. Il sistema che può aggredire il cliente non cambia come del resto i consigli da seguire per evitare rischi inutili.

  • ricezione della mail contraffatta
  • apertura del link sospetto
  • dirottamento presso un sito malevolo copiato
  • registrazione dei dati tramite form online

Arrivare in fondo alla lista significa concedere dati personali e del conto corrente. Bisogna prima di tutto analizzare il messaggio per farsi un’idea della fonte. Evidenti errori grammaticali sono il primo sintomo di qualcosa che non quadra.

A monte di tutto c’è una verità non opinabile: nessuno regala nulla. Anche in caso in cui vi potessero essere dei reali vantaggi economici diretti è opportuno agire con distacco e cinismo verso tutto ciò che arriva per email. Le banche, infatti, agiscono in area protetta esulandosi dai canali di comunicazione tradizionali.

La cosa migliore che si può fare è quella di segnalare la truffa alle autorità competenti ed alle banche che sapranno consigliarvi al meglio sulla decisione da intraprendere. Meglio bloccare il mittente che dover bloccare il conto corrente, la carta di credito e tutti i nostri soldi.