Una delle questioni da sempre più dibattuta per il sistema operativo Android è senza dubbio quella della sicurezza. Ci sono due schieramenti netti: uno che privilegia l’uso dell’antivirus, mentre l’altro lo rinnega totalmente. Ma chi ha veramente ragione?

 

Antivirus su Android: utile o effetto placebo?

Ebbene, nessuno dei due schieramenti ha pienamente ragione. Di certo la situazione rispetto a qualche anno fa è decisamente cambiata. In particolare, il numero degli utenti che utilizzano dispositivi mobili con Android è cresciuto esponenzialmente. Questa situazione ha portato ad allargare il bacino di utenti che utilizzano uno smartphone, spesso senza alcuna competenza tecnica di rilievo. Ed è proprio questo il problema che affligge Android. Il livello di sicurezza attualmente presente sugli smartphone di ultima generazione è veramente alto, ma a causa di questioni legate alla privacy, le autorizzazioni legate alla gestione delle minacce e delle applicazioni sul nostro dispositivo si sono moltiplicate.

Inoltre, gli hacker hanno capito che il mercato degli smartphone è in crescita e di conseguenza le possibilità di rubare dati, o truffare qualcuno, sono enormemente più alte rispetto al passato. Inoltre, il potenziamento dei nostri dispositivi ha reso possibile svolgere molte più operazioni da mobile, rendendoci più vulnerabili all’attacco da parte di hacker per i nostri dati sensibili.

Due possibili soluzioni

Dato che le minacce provengono essenzialmente da errori relativi all’utente, che scarica applicazioni di dubbia provenienza e concede autorizzazioni non necessarie, le soluzioni sono due. Da una parte, per l’utente più esperto, che possiede una conoscenza avanzata delle impostazioni della privacy e della gestione delle applicazioni, l’antivirus potrebbe essere anche superfluo. L’importante è informarsi sempre sull’applicazione che si sta per scaricare, leggendo commenti e recensioni, ed evitando quegli esecutivi poco conosciuti che si trovano sul Play Store. Dall’altra invece abbiamo l’utente medio, che usa il telefono ma presta poca attenzione a ciò che scarica e ciò che autorizza. In questo caso sarebbe utile avere un antivirus, sia per stare certi di non combinare guai, ma soprattutto per evitare scomodi inconvenienti.

La scelta sta a voi, molto dipende dall’uso che fate del telefono e quanta conoscenza disponete in fatto di sicurezza Android e di applicazioni.