DVB T2Hai un pomeriggio libero e vuoi trascorrerlo a guardare la finale di Masterchef su Cielo o la nuova valutazione scientifica dei contagi in rialzo per il Coronavirus su Canale 5. Accendi la TV e scopri che il Digitale Terrestre non funziona. Controlli cavo, antenna e sintonizzi nuovamente i canali. Ma non succede nulla. Potresti risiedere in una zona in cui è partito il nuovo aggiornamento DVB T2. In questo caso ci sono alcune cose che devi fare per riappropriarti dei canali RAI e Mediaset che non riesci più a vedere. Ecco tutto.

 

DVB T2: perché i canali non si vedono e come risolvere

Forse sei rimasto un po indietro visto che da Giugno 2020 è in programma il cambio generazionale per i canali trasmessi sulla piattaforma televisiva nazionale. La linea tradizionale operante con la frequenza centrale di 700 MHz non è più attiva in quanto veduta progressivamente alla rete 5G italiana di TIM, WindTre, Vodafone, Fastweb ed Iliad. Per ottenere una sintonizzazione affidabile occorre disporre di un decoder DVB T2.

Il passaggio al nuovo standard che impone l’uso del codec HEVC per l’alta definizione dei canali sarà progressivo e presto o tardi interesserà anche la tua Regione. Prima di trovarti con canali oscurati devi decidere se cambiare solo il decoder oppure acquistare un nuovo televisore, magari approfittando degli sconti online o in negozio.

Come prima cosa effettuiamo il test gratuito di compatibilità che per tutti si trova ai canali 100 e 200 appositamente creati. Verificato il corretto utilizzo dei nuovi protocolli potresti avere un problema tecnico di altro genere che impone la consultazione di uno specialista. Se, invece, hai riportato esito negativo devi fare una scelta.

Per nuovi televisori la spesa resta a carico nostro con un onere che dipende dalla qualità e dalle funzionalità intrinseche dei supporti. Avremo comunque la certezza di un’immagine HD e del pieno supporto al segnale Digitale Terrestre 2.0. Questo in considerazione del fatto che i costruttori sono stati costretti ad implementare lo standard a partire dal 1 Gennaio 2017.

In altro caso potresti decidere di ottenere il decoder gratis grazie ai Bonus TV disposti a vantaggio di tutti dal Ministero per lo Sviluppo Economico. Si possono ottenere da 25 a 50 Euro purché si rientri economicamente nel budget previsto. Occorre presentare una valutazione dell’ISEE sotto forma di autocertificazione. Dove? In negozio, dove sarà scalata la spesa per un solo decoder a famiglia. In questo modo potremo tornare a vedere tutto ciò che più ci piace a costo zero sia per canali RAI che per Mediaset.