DVB T2 decoder gratisRicordate il momento in cui siamo passati dalla TV Analogica al Digitale Terrestre? Ogni canale si è popolato con messaggi in sovra impressione che invitavano all’aggiornamento delle proprie apparecchiature. A partire da Giugno 2020 l’occasione si è ripresentata in virtù delle novità del DVB T2 che riguardano tanto i canali locali che quelli nazionali delle emittenti RAI e Mediaset per radio e TV.

A partire dalla data indicata e fino al mese di Giugno 2022 resta in vigore il piano di aggiornamento che introduce nuove regola per la trasmissione del segnale. Come nella precedente occasione non ci sarà necessità di scomodare tecnici e negozi per l’acquisto di parabole e cavi idonei. Basterà seguire queste semplici indicazioni per accedere alla nuova programmazione prevista a partire da quest’anno. Ecco cosa si deve fare.

 

DVB T2: puoi riavere tutti i canali TV facilmente se segui le indicazioni

Il segnale DVB T2 ha delle sue peculiarità che lo contraddistinguono rispetto all’attuale versione della TV Digitale. In primo piano c’è il nuovo codec HEVC facente capo alla frequenza di sintonizzazione aggiornata che consentirà di diramare l’alta definizione dei canali in tutta Italia. La portante a 700 MHz sarà abbandonata al destino della rete 5G che di pari passo sta seguendo i suoi sviluppi.

Per essere certi di riuscire a ricevere la programmazione sul proprio televisore c’è da fare un semplice controllo TV. Usiamo il test gratuito messo a disposizione attraverso i canali 100 e 200 dell’attuale sistema. L’esito è discriminante l’uso delle emittenti e fornisce informazioni sul da farsi.

In luogo di una risposta positiva significa che il nostro televisore rispetta gli standard. Con ogni probabilità è stato aggiornato dal produttore dopo le disposizioni obbligatorie del 1 Gennaio 2017. In caso contrario bisogna ottenere un decoder DVB T2. La cosa si può risolvere cambiando direttamente televisore oppure integrando il componente quale periferica esterna.

Nell’ipotesi di cambio TV si ha la certezza matematica di un sistema che prende tutti i canali in HD grazie alle nuove tecnologie di imaging previste. Per il solo decoder, invece, non si ottiene la sicurezza di un’immagine definita (dipende dal vostro televisore) ma è possibile ricevere ogni cosa anche su modelli di televisori molto datati e con una spesa azzerata dal decoder gratuito. Questo si ottiene grazie ai bonus TV predisposti dal Ministero per lo Sviluppo Economico. Per chi volesse (e potesse) esiste la possibilità di avere da 25 a 50 euro quale sconto per l’acquisto in negozio. Basta presentarsi muniti di modello ISEE per avere tutti i vantaggi sopra elencati.