Il canone Rai costituisce una fra le utenze più malvolentieri pagate dal popolo italiano, il quale non accetta di dover corrispondere denaro per un servizio che non ha propriamente richiesto, a maggior ragione ora che la Rai, in collaborazione con Enel, ha deciso di includere l’importo all’interno delle bollette della luce, in modo da ridurre il numero di cittadini che mancavano di sborsare quanto dovuto.

Ovviamente il desiderio di ogni contribuente di non sborsare tale cifra di denaro per pagare il Canone Rai ha reso quest’ultimo l’oggetto perfetto per una truffa, in particolare per il phishing, sta infatti circolando in rete una truffa che, camuffata da comunicazione ufficiale Rai, vi avvisa della possibilità di un rimborso delle quote pagate, con fine ultime però quello di estorcervi dati sensibili da usare contro di voi.

Ecco i dettagli

Il phishing in breve è una pratica fraudolenta con fine ultimo quello di derubarvi dei vostri dati facendo si che siate voi stessi a consegnarli, in questo caso i malintenzionati, sfruttando il buon nome della Rai, stanno tempestando gli utenti con una mail che li informa della possibilità di un rimborso, con addirittura in bella mostra anche il presunto modo per ottenere il denaro direttamente sul conto corrente.

Nella mail infatti è presente un ink dove vi verranno richiesti i vostri dati bancari in modo da procedere con l’erogazione dello pseudo-rimborso, ovviamente se li inserirete, sapete benissimo come andrà a finire, in un batter d’occhio tutto il vostro denaro sul conto svanirà nel nulla.

Il consiglio che vi diamo è quello di prestare la massima attenzione e di cestinare qualunque mail di questo tipo, dal momento che un rimborso per il Canone Rai non esiste e probabilmente non esisterà mai.