blank

La mobilità elettrica come stiamo assistendo sta pian piano ritagliando una sempre più ampia fascia di mercato, questo ovviamente grazie agli indubbi vantaggi green che il loro uso e la loro diffusione comporta.

L’unica vera grande problematica dei trasporti elettrici è legata al carburante e all’autonomia, fare ricarica di elettroni infatti, ad oggi che siamo ancora agli albori dello sviluppo della mobilità elettrica non immediato come con il gasolio e la benzina, questo poichè le colonnine di ricarica non sono uniformemente e densamente presenti così come lo sono le stazioni di servizio per le altre categorie di veicoli.

Un nuovo studio condotto presso l’Università di Cambridge mette in gioco una possibile soluzione tirando nuovamente in causa l’idea delle cosiddette strade elettriche, ossia delle strade con cavi elettrici aerei montati appositamente per alimentare i veicoli, un po’ come i filobus presenti in cità.

I possibili vantaggi

I ricercatori dell’università inglese contano che, elettrificando 7500Km della rete stradale nel Regno Unito sarebbe possibile alimentare la maggior parte dei camion elettrici che vi circolano, ciò si tradurrebbe in un enorme decremento delle emissioni di gas inquinante, con anche una grande facilitazione nella ricarica dei mezzi rispetto al metodo tradizionale.

Sostanzialmente i cavi andrebbero ad alimentare il motore elettrico e a ricaricare la batteria, la quale servirebbe solo durante la percorrenza di tratti scoperti dalla rete di cavi elettrici, i quali, secondo il progetto dell’Università, consentirebbero anche di effettuare il sorpasso, questo grazie ad un sistema di sgancio aggancio efficace a tal fine.

I ricercatori suppongo che tramite questo progetto chiamato “Sistema stradale elettrico” si andrebbe a decarbonizzare circa il 65% dei Km delle rete stradale inglese entro addirittura il 2040 grazie all’inserimento di cavi elettrici lungo tutta la rete stradale.