blank

Gli smartphone al giorno d’oggi sono sicuramente i nostri compagni di routine più presenti, i piccoli device infatti sono diventati uno strumento quasi imprescindibile per tutti, dal momento che ci consentono di gestire interamente la nostra vita digitale.

Unico piccolo dettaglio fastidioso soprattutto per chi ne fa un uso davvero intenso è quello legato alla durata della batteria, essa infatti, in quanto purtroppo non infinita, spesso obbliga chi passa molto tempo col proprio smartphone a ricaricarlo spesso o addirittura ad usarlo mentre è sotto carica, una scelta decisamente sconsigliabile in quanto molto pericolosa.

C’è chi purtroppo, nonostante l’invito a non usare il device mentre è in carica continua a farne un uso irresponsabile, ed è proprio ciò che purtroppo è costato la vita ad una giovane quindicenne che è morta folgorata, vediamo l’accaduto.

Telefono caduto in vasca

La tragica notizia arriva dalla Francia dove una ragazza residente a Marsiglia è morta folgorata a seguito della caduta del proprio smartphone in carica nella vasca da bagno dove essa stessa stava facendo il bagno, vani sono stati i tentativi dei medici di salvarla una volta arrivata in ospedale post folgorazione, è infatti deceduta nelle ore immediatamente successiva.

Purtroppo si tratta solo di un altro accaduto da aggiungere ad una cospicua lista di incidenti, infatti sempre in Francia un’altra ragazzina di 10 anni è morta per lo stesso motivo, così come un’altra ragazza invece di 20 anni residente in Russia.

Il fatto che lo smartphone fosse collegato alla presa di corrente è stato fatale, se infatti il device non fosse stato collegato alla corrente da 220 volt non sarebbe accaduto nulla di tutto ciò.