Lavoro: Elon Musk dà alcuni CONSIGLI per il successo ai lavoratori

L’imprenditore e amministratore delegato dell’età di 46 anni, sta rivoluzionando il settore dei voli spaziali con SpaceX, con la trasformazione dell’auto elettrica con Tesla, lo sviluppo della neuroscienza e il trasporto con Neuralink e la Boring Company. Come ha dichiarato Gwynne Shotwell, direttore operativo di SpaceX, durante la conferenza Ted 2018, gli obiettivi di Musk verso il lavoro richiedono molta determinazione.

Quando Elon dice qualcosa, devi fermarti e non sbottare dicendo: “Beh, è impossibile”, ha affermato. “Ti cuci la bocca, ci pensi e trovi i modi per farlo.” È proprio così, la chiave per il successo è senza dubbio la perseveranza e la forza di volontà.

Musk ha da poco riferito ai dipendenti di Tesla la sua intenzione di applicare dei turni di lavoro a tempo pieno per concludere il progetto dell’auto elettrica di Tesla Model 3. A tal proposito egli ha scritto delle raccomandazioni sulla produttività.

Lavoro: i consigli di Elon Musk

L’imprenditore ha iniziato l’email con “Le riunioni eccessive sono la piaga delle grandi aziende e quasi sempre peggiorano la loro produttività nel tempo. Meglio sbarazzarsi di tutti i meeting di grandi dimensioni, a meno che non si è certi che stanno aggiungendo valore per tutti i partecipanti coinvolti, nel qual caso manteneteli molto brevi”. 

Ha poi continuato: Sbarazzatevi anche delle riunioni frequenti, a meno che non abbiate a che fare con una questione estremamente urgente. La frequenza delle riunioni dovrebbe diminuire rapidamente una volta risolta la questione urgente”. E ancora: “Non usare acronimi o parole senza senso per oggetti, software o processi in Tesla. In generale, tutto ciò che richiede una spiegazione inibisce la comunicazione. Non vogliamo che le persone debbano memorizzare un glossario solo per lavorare in Tesla.”.

Musk ha dichiarato un elemento critico al giorno d’oggi: “La comunicazione dovrebbe viaggiare attraverso il percorso più breve necessario per portare a termine il lavoro, non attraverso la “catena di comando”: qualsiasi manager che cerchi di applicare la comunicazione a catena di comando si troverà presto a lavorare altrove”. E ha concluso la sua lettera: “In generale, prendete sempre il buon senso come guida: se seguire una” regola aziendale” è chiaramente ridicolo in una situazione particolare, allora la regola dovrebbe cambiare”.