dieselDiesel Benzina sono nuovamente avanti sull’elettrico, ancora oggi gli utenti sono maggiormente propensi all’acquisto di un’automobile con motore termico per svariati motivi, conosciamo assieme cosa spinge i consumatori ad una decisione di questo tipo.

La tendenza del momento è dettata direttamente dalle decisioni delle case automobilistiche, è sotto gli occhi di tutti quanto il mercato stia virando giustamente verso il mondo dell’elettrico, nella speranza comunque di riuscire a ridurre al massimo le emissioni di CO2, diminuendo nello stesso tempo l’inquinamento ambientale.

Il passaggio all’elettrico non è immediato, il 2020 è stato segnato dal lancio di un incredibile quantitativo di modelli ibridi, ma per quale motivo gli utenti non vogliono in nessun modo affidarsi alle motorizzazioni più innovative?

 

Diesel e benzina: ecco perché gli utenti li acquistano

  • Prezzo iniziale – il bivio principale è proprio questo, gli utenti sono sempre alla ricerca del massimo con il minimo sforzo, di conseguenza vorrebbero spendere pochissimo per l’automobile, il diesel/benzina costa sicuramente di meno.
  • Tempi di rifornimento – al giorno d’oggi il rifornimento di un motore termico richiederà circa 5 minuti, mentre con una batteria di ultima generazione ed una colonnina super veloce saranno necessari almeno 30 minuti.
  • Diffusione dei punti di rifornimento – chiaramente i distributori di benzina e quant’altro sono più diffusi rispetto alle colonnine di ricarica, ritenute troppo poche con la crescente richiesta.
  • Capacità del “serbatoio” – in ultimo parliamo di capacità delle batterie, a stento raggiungono i 450km, quando un pieno con un diesel permetterà di guidare anche addirittura per 800 chilometri senza fare di rifornimento.