dvb t2Lo switch al DVB T2 si avvicina, tutti gli utenti devono verificare che il proprio dispositivo sia effettivamente compatibile, poiché in caso in contrario non sarebbero assolutamente in grado di proseguire nella visione dei canali preferiti di tutto il digitale terrestre (si salverebbero solo i satellitari).

Onde evitare di creare inutili allarmismi, è bene ricordare che al giorno d’oggi la maggior parte dei modelli presenti nelle case degli italiani è compatibile con il DVB T2; il motivo risiede nella legge, attivata verso la fine del 2017, che prevede l’obbligatorietà di commercializzazione di prodotti compatibili con il nuovo standard, di conseguenza se avete acquistato un televisore a partire da tale data, potete dormire sonni tranquilli.

 

DVB T2: il test per capire se la televisione è compatibile

In caso contrario potete avviare un semplice test che vi aiuterà a capire se il vostro televisore potrà visualizzare i nuovi canali, basterà infatti collegarsi al 100 o al 200, ed attendere l’eventuale visualizzazione del messaggio TEST HEVC MAIN 10 (colore blu su quadrato bianco), segnale di perfetta compatibilità.

Se questi non dovesse essere mostrato, allora sarete costretti a ricorrere all’acquisto di un nuovo modello, o più semplicemente di un decoder esterno da collegare direttamente al televisore. In vostro aiuto arriva tuttavia lo Stato Italiano, è previsto un bonus di 50 euro sull’acquisto, lo sconto viene applicato direttamente in cassa, a patto che comunque l’ISEE famigliare sia inferiore ai 20’000 euro; nessuno lo controllerà quando richiederete il bonus, poiché firmerete una autocertificazione, ma se dichiarerete il falso, sappiate che andrete in contro a pesanti sanzioni.