luce e gas

Le spese relative alle forniture di Luce e Gas sono tra le voci più pesanti del bilancio familiare. A tal punto che il Decreto Cura Italia nel pieno lockdown aveva sancito lo stop delle sospensioni ed un contenimento dei costi delle forniture in accordo con Arera. Piccole agevolazioni volte a sostenere quelle spese fisse come le utenze di luce e gas, divenute insostenibili durante la pandemia.

Tuttavia oggi risparmiare sulle bollette è possibile seguendo semplici regole. Innanzitutto facendo attenzione al costo delle forniture, spesso diverso da gestore a gestore. E poi scaricando un’app innovativa, quella della startup Tate che è operante nella vendita online di luce e gas già dal 2019. Vediamo quali vantaggi presenta questo sistema di fornitura.

Ecco l’App che vi farà risparmiare sul Luce e Gas

L’app Tate che fornisce solo energia 100% verde, è attiva già dallo scorso anno ed ha appena raggiunto 50 mila utenti. Un download soddisfacente che ha permesso alla startup di contare oltre 3 mila clienti attivi. Il successo della società ha avuto un incremento costante nel tempo, vantando una crescita di 500 persone alla settimana che hanno scaricato l’app e sono entrate nella community. Richiedere la fornitura di luce e gas da Tate consente innumerevoli vantaggi.

Innanzitutto, in qualità di utenti, grazie all’app facilmente scaricabile da Android e Applestore si possono sempre tenere sott’occhio i consumi e le relative spese. Inoltre Tate fornisce energia rinnovabile e ne incentiva la produzione. Infatti per ogni unità energetica consumata da un membro della community, Tate immette nella rete un’unità di energia proveniente da una fonte rinnovabile. In questo modo è sempre possibile attingere ad una fornitura ecologica e proveniente dal settore eolico, elettrico o fotovoltaico.