energia-nucleare-cadarache

Di notizie bomba, ne abbiamo avute parecchie quest’anno. A questo proposito, l’era della fusione nucleare sta vedendo un nuovo inizio. È questo ciò che sta accadendo in Francia in questi giorni. Nella città di nome Cadarache, si è tenuta proprio il 28 luglio una cerimonia internazionale per aprire i lavori di assemblaggio del reattore a fusione nucleare Iter.

Una macchina nucleare che imita le stelle

Si tratta di una macchina dalle dimensioni notevoli, che una volta completa raggiungerà l’altezza di un palazzo di ben 10 piani. Il processo che avverrà al suo interno, si ripromette di produrre dell’energia pulita, effettivamente simile a quella che avviene all’interno del cuore delle stelle.

Se da una parte l’idea di avere proprio qui, sulla Terra, proprio in Europa, una sorta di piccolo Sole, potrebbe essere considerata una splendida notizia, dall’altra parte indubbiamente porta avanti l’idea di proseguire con l’utilizzo dell’energia nucleare che a molti fa storcere il naso. In questo progetto, sia a livello di ricerca che a livello di costruzione, l’Italia è fortemente coinvolta e anche a livello economico ha deciso di partecipare. In termini economici, ha infatti deciso di impiegare 1,2 miliardi di euro di tecnologia.

C’è da chiarire però una cosa: quello che accade all’interno della macchina chiamata Iter, è ben diverso da ciò che accade nelle centrali nucleari a fissione. In queste ultime, tramite la fissione, i nuclei di un elemento chimico vengono frammentati, diventando nuclei più leggeri. Iter invece, tramite forze estremamente potenti, intende fondere gli atomi di idrogeno tra loro, producendo elio e una grandissima quantità di energia.

Si tratta di una sfida tecnologica, davvero notevole. Vedremo negli anni a venire, dove porterà.