IPTV: Guardia di Finanza in azione, fareste meglio a disdire subito

Usare l’IPTV può adesso comportare vari rischi con la legge. La Guardia di Finanza è stata in grado di portare avanti i suoi controlli fino ad arrivare ad organizzazioni ben radicate sul territorio. L’obiettivo è ovviamente quello di distruggerle tutte, in modo da consentire ai grandi licenziatari di tornare a fatturare come un tempo.

Per evitare qualsiasi tracciamento e per non incorrere in problemi seri, il consiglio di alcuni utenti è quello di utilizzare una VPN. Surfshark ad esempio permette soluzioni molto interessanti e soprattutto con un costo molto economico.

Per avere le migliori offerte anche da parte di Amazon, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: ora che aumentano i controlli vi conviene disdire i vostri abbonamenti pirata

Tutti coloro che dovessero essere beccati in possesso di un abbonamento pirata potrebbero finire in seri guai. Infatti sono state disposte multe salatissime per coloro che utilizzano soluzioni illegali mentre per quelli che le vendono si potrebbe addirittura profilare l’ipotesi di un arresto. 

“L’illecita attività – dichiara la Guardia di finanza in un comunicato ufficiale – fa riferimento alla moderna metodologia di distribuzione di vari contenuti multimediali, la cosiddetta Iptv (Internet Protocol Television), attraverso cui i “pirati del web” acquisiscono e ricodificano tutti i palinsesti televisivi delle maggiori piattaforme a pagamento per poi distribuirli sulla rete internet, sotto forma di un flusso di dati ricevibile, dagli utenti fruitori, con la sottoscrizione di un abbonamento illecito ed un semplice PC, tablet, smartphone o decoder connesso alla rete”.