Cominciamo con lo specificare che il termine patentino drone è un modo, non proprio “tecnico”, per identificare l’attestato ENAC per pilota di Droni.

Il termine patentino droni infatti è di uso comune nel linguaggio parlato ma non esiste come termine ufficiale nel mondo dei Droni; il termine corretto infatti da utilizzare quando si pensa al patentino per guidare i droni è appunto l’attestato ENAC.

Patentino drone ENAC, che rischi si corrono senza?

Quando usiamo il drone, sia per hobby che per lavoro, dobbiamo essere in possesso sia del patentino che dell’assicurazione (e bisogna sempre portarle con sé), perché in caso di un controllo sono i documenti indispensabile da mostrare alle forze dell’ordine. Se non si è in possesso del patentino non si è nemmeno in possesso delle informazioni necessarie per utilizzare il drone e saper dove poter volare con esso. Quindi è consigliabile frequentare un corso piloti droni per poter volare in maniera corretta e in massima sicurezza.

Per chi vuole avere il patentino come hobbista è necessario frequentare il corso chiamato “corso base”.

Il certificato è necessario per chi voglia pilotare un drone da 250 grammi in su, sia per hobby che per lavoro nelle categorie OPEN. ENAC ha ufficializzato il fatto che dal 5 Marzo il patentino si potrà conseguire online sul portale ENAC; non si conosce però al momento ancora il costo nè il link diretto al portale dedicato al corso online. E’ però stato reso noto che l’utente dovrà avere il codice di identificazione SPID per poter accedere al corso e all’esame online.