IPTV: fermati 220 utenti italiani, rischiano multe, sequestri e reclusione

Il mese di Agosto sarà caratterizzato dalla presenza di grandi appuntamenti calcistici e sportivi. Sempre a causa dell’emergenza Covid, dopo la Serie A, in estate saranno recuperate le parti di Champions League ed Europa League. Le fasi finali delle due competizioni europee saranno visibili in esclusiva attraverso i canali di Sky. Già nelle scorse settimane, però, tanti italiani hanno rispolverato la tecnologia IPTV proprio per non perdersi questi grandi eventi.

 

IPTV, i rischi per chi guarda Sky senza abbonamento non sono mai stati così alti

Nelle case di molti cittadini si tornano a vedere i cosiddetti pezzotti. Altri appassionati di sport e calcio, invece, si affidano alle conversazioni segrete su WhatsApp e su Telegram per avere accesso ai canali VPN utili per guardare completamente a costo zero tutte le esclusive di Sky. Sia nell’uno che nell’altro caso, vi è un fattore comune: con l’IPTV gli utenti ottengono numeri alla mano un risparmio considerevole rispetto ai naturali costi di un piano Sky.

Se il fattore dei prezzi va considerato, allo stesso tempo si devono considerare anche i rischi a cui sono esposti gli stessi utenti. Con la visione in streaming illegale dei canali Sky, gli italiani possono incorrere in una multa il cui valore massimo si attesta sui 30mila euro. Allo stesso tempo poi l’IPTV è anche legato – in base alla legislazione nazionale – ad un reato penale. Per questo motivo, tra i rischi vi è anche la reclusione in galara da un minimo di sei mesi ad un massimo di tre anni.