SIGARETTE

Un mondo senza sigarette è forse il sogno di molti ma, allo stesso tempo, l’incubo dei fumatori che trovano nelle “bionde” un momento di relax. Una cosa però è certa, ben presto, infatti, quest’ultimo diventerà uno dei principali temi più dibattuti a livello internazionale. Ciononostante, però, sono in molti ad affermare che presto non si fumerà più. Verità? Non proprio, anche se, con l’avvento della tecnologia, i fumatori “incalliti” sono decisamente diminuiti, trovando quindi conforto in sigarette elettroniche e riscaldatori di tabacco. Tutti questi dettagli, quindi, non arrivano dalle piccole agenzie di indagini ma, bensì, dalla multinazionale Philip Morris.

Di recente, infatti, André Calantzopoulos, attuale amministratore delegato di Philip Morris , ha ipotizzato che, entro il 2025, circa 40 milioni di fumatori in tutto il mondo passera dal classico tabacco al cosiddetto tabacco riscaldato. Non a caso, infatti, negli ultimi anni Philip Morris ha investito molto su IQOS, il riscaldatore di tabacco numero uno al mondo.

Addio Sigarette: ecco le ultime novità nel nostro paese

Di recente, quindi, Calantzopoulos ha affermato quanto segue: “noi di Philip Morris saremo estremamente felici se non venderemo più sigarette un giorno”. Un affermazione del tutto lecita visto il recente successo ottenuto dai prodotti IQOS che, nel giro di pochi anni, hanno letteralmente conquistato il mercato dei tabacchi.

In questa situazione pressoché inaspettata, l’Italia potrebbe fare quindi da apripista per la lenta caduta delle sigarette classiche che, a quanto pare, stanno diventando sempre meno utilizzate nel nostro paese. E voi, cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.