blank

 

La Grande Piramide di Giza non finisce mai di ammaliare turisti e amanti del mondo antico. Imponente e affiancato da sorelle di tutto rispetto, tale monumento cela al suo interno dei segreti quasi impossibili da svelare, neanche grazie all’utilizzo delle più avanzate tecnologie.

Da sempre punto di lavoro frenetico e costante da parte degli archeologi ed egittologi, la Piramide di Giza resta immobile nel deserto da migliaia di anni e così rimane anche nei cuori degli studiosi, i quali si domandano ormai da troppo tempo cosa questa tomba nasconda al suo interno.

Piramide di Giza: i robot entrano al suo interno attraverso tunnel altrimenti impossibili da esplorare

Una parvenza di novità sembrava essere arrivata grazie al nuovo progetto Djedi, il quale aveva previsto l’esplorazione della Piramide attraverso un robot e un cunicolo scovato nelle ultime ricerche. Nonostante fosse stato svelato che nessuno sapesse dove questo cunicolo portasse, rispondere a questa domanda risulta impossibile anche dopo la spedizione ed il tutto a causa di una pietra che blocca il passaggio.

Una volta scovato questo limite, i ricercatori non si sono scoraggiati e, con sorpresa e l’aiuto di una telecamera, sono riusciti a intravedere dietro l’ostacolo una piccola camera con i pavimenti dipinti. Senza ombra di dubbio questa nuova spedizioni ne ha svelato informazioni fino a prima sconosciute, ma ora altre mille domande sono sorte in merito alla Piramide di Giza: cos’è quella stanza? Esiste un passaggio interno per poterci arrivare? Cosa cela al suo interno? Un tesoro è custodito tra quelle mura dipinte?