satelliti starlink spacex contro 5g

Dopo mesi di speculazioni, arrivano finalmente le prime immagini ufficiali delle antenne che serviranno per connettersi con i satelliti Starlink. Grazie allo studio del codice del sito ufficiale di SpaceX è stato trovata anche la pagina coi termini di servizio del programma di Beta testing. Starlink sta quindi per entrare attivamente nella prima fase di test privata, necessaria per poi essere commercializzato e diffuso in tutto il mondo.

La mega costellazione che SpaceX sta realizzando, ha l’obbiettivo di portare la connessione ad internet ovunque. La connessione satellitare esiste già, ma Starlink si differenzia nel fornire un servizio a bassa latenza, dai 10 ai 20 millisecondi, e con elevata velocità nella trasmissione dei dati. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, è stato dichiarato che durante i primi test si è raggiunta una velocità di 610 Mbps.

Starlink è pensato per poter sfruttare tutti i servizi che offre la rete, dalla consultazione di pagine web, allo streaming o per il gaming. Per fare questo però, è necessario aumentare il numero di satelliti in orbita in modo da fornire maggiore copertura e continuità di segnale. Con i suoi Falcon 9, l’azienda di Musk ha portato in orbita 538 Starlink, un numero che è destinato ad aumentare necessariamente di molto per migliorare la copertura del servizio.

Le prime antenne Starlink sono state osservate a Boca Chica, cantiere in cui l’azienda di Musk sta costruendo la Starship, identificate grazie a delle etichette sul montante. Tuttavia, non era certo che quello fosse i design finale, dato che come era riportato sempre sull’adesivo, si trattava di prototipi.

La conferma che le antenne che saranno vendute avranno proprio quell’aspetto è arrivata indirettamente dal sito ufficiale del servizio. Andando su starlink.com infatti, è possibile registrarsi alla newsletter, indicando anche il proprio indirizzo, per poter partecipare in futuro alla beta. La pagina di “sing in” mostra un’immagine con un’antenna identica a quelle intraviste a Boca Chica.