honda toyota ford renault

Quattro famose case automobilistiche conosciute come Honda, Renault, Ford e Toyota sono state costrette a ritirare alcune auto dal mercato e a risarcire diversi clienti che le hanno acquistate perché dopo alcune analisi hanno scoperto diversi e gravi difetti di fabbrica. Per Renault e Ford è ormai storia passata, difatti le due case automobilistiche hanno dovuto ritirare i veicoli compromessi nell’anno passato.

Purtroppo la storia si ripete con diversi veicoli targati Honda e Toyota perché le due aziende automobilistiche hanno scoperto che alcuni veicoli presentano dei difetti riguardo l’airbag e il suo corretto utilizzo. A quanto pare, moltissimi consumatori che hanno acquistato uno di questi veicoli rischiavano grossi pericoli.

Honda e Toyota protagoniste di scandali dopo Renault e Ford: alcuni veicoli pericolosi e difettosi, ecco quali

La casa automobilistica Honda ha scoperto dopo accurate indagini di aver sul mercato dei veicoli con problemi legati all’airbag perché quest’ultimo sarebbe potuto esplodere in qualsiasi momento mettendo a rischio la vita del guidatore e dei, eventualmente, passeggeri. Proprio per questo motivo è stata costretta a togliere dal mercato i seguenti veicoli:

  • Accord Immatricolate tra il ‘98 e il 2000;
  • EV Plus Immatricolate tra il ‘97 e ‘98;
  • Odyssey immatricolate tra il ‘98 e il 2001;
  • Civic immatricolate tra il ‘96 e il 2000;
  • CR-V immatricolate tra il ‘97 e 2000.

Anche Toyota in una situazione molto simile, anche se l’azienda ha dovuto togliere meno modelli dal mercato. Anche in questo caso i difetti di fabbrica rilevati riguardano il malfunzionamento dell’airbag e i modelli incriminati sono i seguenti:

  • Matrix immatricolate tra 2011 e il 2013;
  • Corolla immatricolate tra 2011 e il 2019;
  • Avalon immatricolate tra 2012 e il 2018.