condizionatore-sony

Si chiama Reon Pocket ed è il condizionatore indossabile che si controlla con lo smartphone. Era stato ideato in previsione delle Olimpiadi di Tokyo 2020, poi rinviate a causa della pandemia Coronavirus e puntualmente entra in commercio questa estate, anche se per adesso solo in Giappone. Il sogno di molti, soprattutto quando le temperature estive diventano insopportabili, è quindi realtà: basterà inserire Reon – che ha le dimensioni di un cellulare – nella tasca di un’apposita maglietta o sul retro di qualsiasi indumento, come le camicie, e inizierà ad abbassare la temperatura corporea fino a 13 gradi. Naturalmente funziona anche al contrario, cioè aumentando il calore del corpo nelle giornate invernali.

Ecco come funziona il nuovo condizionatore di Sony

Il dispositivo è un prototipo sviluppato da Sony, che la scorsa estate aveva deciso di lanciare una campagna sulla piattaforma giapponese di crowdfunding First-flight. Sul portale era possibile fare anche un pre-ordine al prezzo di 12,760 yen, ovvero circa 105 euro. Un costo mantenuto invariato al momento della messa in vendita, avvenuta alla fine di luglio 2020 nel paese nipponico. Sul sito giapponese di Sony lo si trova infatti a 13mila yen. L’apposita t-shirt abbinata costa invece 1800 yen, meno di 15 euro.

Il condizionatore indossabile Reon Pocket sfrutta “l’effetto Peltier”, un fenomeno termoelettrico che permette di creare dispositivi che emettono o assorbono il calore sfruttando lo scorrere della corrente su due metalli o semiconduttori messi a contatto tra loro. Lo strumento, molto all’avanguardia, funziona tramite una app che permette di regolare i gradi a seconda delle proprie esigenze. Ma anche disponibile una modalità automatica che lascia che sia Reon Pocket a stabilire la temperatura corporea appropriata a una determinata condizione esterna. L’applicazione è disponibile sia sull’App Store di iOS che sul Play Store per Android. L’alimentazione avviene tramite cavo usb e, stando a quanto rivelato dagli sviluppatori, è in grado di offrire un’autonomia massima di 24 ore consecutive con una sola ricarica.