luce e gas

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ossia l’ARERA, pensa che in questo periodo storico sia opportuno cambiare il proprio gestore delle utenze e incominciare a risparmiare sulla bollette di luce e gas.

Questa considerazione è frutto di un dato molto importante registrato nel mese di aprile: sembra che ci sia stato un calo abbastanza rilevante dei costi pagati da intestatari e famiglia per tutto ciò che riguarda le utenze domestiche. Il presentarsi di questa situazione pare che sia dovuto anche all’abbassamento dei costi delle materie prime. La condizione che durante il lockdown sembrava essere positiva, ora che la quarantena è giunta al termine è però diventata totalmente l’opposto e i prezzi hanno incominciato ad alzarsi.

È stato fatto un paragone tra i risultati di quest’anno e quelli dell’anno scorso nel medesimo periodo. Tramite ciò si è potuto fare un paragone dei risultati analoghi.

 

Luce e gas: alcune offerte sono davvero interessanti

Uno dei consigli più interessanti che possiamo darvi e che vi possono aiutare senza ombra di dubbio a trovare la migliore offerte per voi è incominciare ad utilizzare siti come SOS.Tariffe e Altroconsumo.

ARERA ha effettuato vari calcoli in merito alla questione e si è giunti alla conclusione che, per un consumo tale da raggiungere le 2700 Kwh, è possibile andare a risparmiare fino a 75 euro per la bolletta della luce. Il discorso non sembra cambiare di molto nel momento in cui andiamo a parlare della bolletta del gas: infatti, dopo il salto da mercato tutelato a libero, con un consumo annuo di 1400 SMC si può risparmiare fino ad 80 euro. Anche in questo caso il risparmio non è da sottovalutare.

In ogni caso, questo cambiamento dei prezzi repentino è dovuto ad una diffusione maggiore di contratti a maggiore tutela, quindi non è stato solo il fattore quarantena che ha influito.