sim vodafone

Ancora in estate, tanti utenti di Vodafone stanno scoprendo un’anomalia che però per altri abbonati è già cosa nota da oramai molti mesi. Leggendo i commenti sulle pagine social del gestore inglese è possibile evidenziare ancora il contrappunto per una rimodulazione dei costi che il gestore ha promosso durante la scorsa stagione invernale.

 

Vodafone, nuove regole per le SIM card e spesa fissa di 5 euro per gli utenti

A tal proposito, quindi, è bene ritornare ancora una volta sulla notizia. Vodafone ha deciso di applicare un costo fisso per tutti quegli utenti che, ad oggi, si servono di una scheda SIM regolarmente attiva, senza però avere una ricaricabile associata. Per tutti questi abbonati è quindi previsto un sovrapprezzo mensile dal valore di 5 euro.

Ovviamente la scelta del gestore può essere definita più che strategica. Grazie a questa iniziativa, infatti, l’operatore vuole invogliare gli attuali abbonati alla sottoscrizione di una regolare ricaricabile.

Tuttavia, la rimodulazione unilaterale ha anche delle conseguenze per i vecchi abbonati, o presunti tali. Il costo fisso di 5 euro al mese è infatti previsto anche per quei clienti che sono ancora in possesso di una scheda Vodafone attiva, ma che semplicemente non utilizzano più la SIM. La sorpresa maggiore è proprio per questa fascia di utenti che, nelle scorse settimane, ha ricevuto da Vodafone richieste di saldo per le mensilità arretrate.

Onde evitare costi extra, tutti coloro che desiderano non essere più parte di Vodafone devono quindi provvedere alla disattivazione della rete. Per farlo è possibile contattare il call center al numero 190.