banche-conto-corrente-chiuso

Nel corso delle ultime settimane abbiamo spesso parlato delle Banche e della possibilità che, queste ultime, possano chiudere in maniera unilaterale i conti correnti dei clienti meno affidabili. Ciononostante, però, ad oggi dobbiamo fare un passo indietro. Una nuova legge, infatti, potrebbe costringere gli Italiani ad utilizzare un unico IBAN per ricevere tutti i pagamenti in attesa ed effettuare operazioni, come a esempio lo stipendio, i bonifici, il pagamento di tasse e bollette e tanto altro ancora.

Il seguente decreto, quindi, ha l’obbiettivo di tutelare tutti i cittadini Italiani in possesso di un conto corrente. Se approvato, quindi, le Banche perderebbero definitivamente il potere decisionale, che permette a queste ultime di sospendere in maniera definitiva i rapporti con determinati clienti. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Conti Correnti: le Banche non possono sospenderli, ecco le novità

Una volta introdotto, il Disegno di Legge 1712 garantirà una maggiore tutale dei conti correnti e delle carte di credito intestate ai cittadini Italiani. La nuova proposta, di fatto, ha come obiettivo principale quello di cancellare definitivamente il diritto di recesso da parte delle banche. Queste ultime, quindi, non potranno più sospendere in maniera autonoma i conti correnti degli Italiani.

Le banche, inoltre, perderebbero la facoltà di revocare, senza alcun preavviso, le carte di credito e le prepagate dei cittadini Italiani. Ricordiamo infine che, nel caso in cui la nuova legge venga approvata, quest’ultima impedirebbe alle banche di chiedere al cliente di rientrare prima della scadenza contrattuale. Restate connessi per ulteriori novità a riguardo.